2644 visitatori in 24 ore
 215 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Per me la scrittura è importante quanto l'aria che respiro...

Sergio Melchiorre

Ho sempre amato il cinema. Sono nato con la televisione, almeno dal punto di vista cronologico-temporale, anche se ho passato la maggior parte della mia infanzia senza televisore in casa. La mia passione è stata la «settima arte», mi sono sempre nutrito di celluloide e sono cresciuto nel mito dei ... (continua)


La sua poesia preferita:
Eri vestita di luce
Sei la linea d'ombra
dei ricordi più soavi
della mia vita.

Sei il profilo di una malinconia
che vibra come una foglia morta
sbattuta dal vento,
nell'angolo di una strada
senza uscita.

Sei la scia di luce
che trafigge l'effigie
dei...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Sconfinato amore
Sei alba cristallina,
sei tramonto sul mare...

Sei un raggio di sole
che riflette il suo splendore
sulla limpida acqua di
un torrente di...  leggi...

L’uncinetto d’avorio
Vorrei diventare invisibile
come il vento che scompigliava
i tuoi lunghi capelli bianchi.

Vorrei diventare immortale
come le minuscole rughe
scolpite sul tuo viso sofferto.

Vorrei diventare sublime
come l’aria che accarezzava
la tua pelle...  leggi...

Ti amo alla follia
Sei come il mustang indomabile
che rifiuta d’essere imbrigliato.

Sei libera come il vento
che accarezza i fiori dei cactus.

Sei come il candore di un campo
che aspetta la luce del giorno
per esibire i suoi germogli.

Sei l’eco di una...  leggi...

Sei bella come il sole
LA TUA PELLE VELLUTATA
CHE PROFUMA DI LIBERTÀ
RIESCE A SPEZZARE LE CATENE
DELLE MIE INIBIZIONI.

TI AMO DA MORIRE
PERCHÉ SEI SPUMEGGIANTE
COME LO CHAMPAGNE CHE SORSEGGIO
NELLE TUE SCARPE A SPILLO.

SEI BELLA COME IL SOLE
E NON MI...  leggi...

Ti amerò per sempre
Ti ricordi
quando eravamo
come foglie nel vento
e la pazzia scorreva
nelle nostre vene?

Il sole splendente
di mille estati
illuminava di gioia
la nostra vita.

Rimarrai per sempre
la follia d’amore,
il vento che buca le nuvole,
il richiamo...  leggi...

Desiderio d'amore
Ho la sensazione
di camminare sull’acqua
quando ti guardo
negli occhi.

Il cielo
attonito testimone del mio amore
si appropria del mio stato d’animo
e lo trasforma in un volo d’angelo.

Ho la sensazione
di spiccare il volo
quando sento il...  leggi...

Ho sussurrato al vento
Ho sussurrato
il tuo nome al vento.

Lo ha cantato alle foglie
degli alberi secolari
e lo ha disegnato
nel cielo infinito.

Gli ho confidato
la mia tristezza
per la tua partenza,
per il tuo silenzio assordante
che mi ha sconvolto la...  leggi...

Pianto poetico
Lasciami rivivere il ricordo
del soffio di vento che scompigliava
i tuoi lunghi capelli bianchi.

Lasciami entrare nelle stanze segrete
dove si posavano i tuoi pensieri.

Voglio carpire il segreto
del tuo immenso amore.

Davanti al mistero del...  leggi...

Ti ricorderò per sempre
Oggi, papà,
avresti compiuto cento anni
se il respiro del vento
non avesse spezzato
prematuramente
lo stelo della tua esistenza.

Ti ricorderò per sempre
anche se il tuo silenzio
ha seppellito il mio dolore
sotto il manto...  leggi...

Ritorno al paese natio
Ritorno al paese natio.
Loculo...  leggi...

Occhi cileni
Ho tessuto una tela
di ragno
nei tuoi occhi
per farti sorridere.

Ma il tuo sguardo
triste
si è perso nelle...  leggi...

L'ultimo abbraccio
Il vento accarezza le foglie
di una quercia secolare e
assiste turbato all'addio dei due amanti
che si abbracciano furtivamente,
con nel cuore una triste melodia d'amore.

Le loro ombre si proiettano sull'acciottolato,
all'angolo di un...  leggi...

Non cercarmi
Quando ti sveglierai
non cercarmi.
Sarò lontano,
oltre il confine che
di notte avrò oltrepassato
come un ladro.

Sarò nascosto
dietro gli alberi fioriti
della nostra valle.

Quando ti sveglierai
non cercarmi.

Mi...  leggi...

Il polmone d'acciaio
Sono nato in cattività
nell'aria viziata
di una miniera belga,
con i fiori che fanno i turni
ed i topi morti
che denunciano in silenzio
il veleno del carbone.

Sordomuto, inchiodato
alla croce
con lo sputo del più forte
a...  leggi...

Sergio Melchiorre

Sergio Melchiorre
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Eri vestita di luce (08/05/2010)

La prima poesia pubblicata:
 
Il polmone d'acciaio (20/06/2009)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Ritorno dall’inferno (08/11/2020)

Sergio Melchiorre vi propone:
 L'ultimo abbraccio (16/06/2010)
 Ritorno al paese natio (06/07/2009)
 Eri vestita di luce (08/05/2010)

La poesia più letta:
 
L'ultimo abbraccio (16/06/2010, 27103 letture)

Sergio Melchiorre ha 15 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Sergio Melchiorre!

Leggi i 1296 commenti di Sergio Melchiorre


Leggi i racconti di Sergio Melchiorre


Autore del giorno
 il giorno 09/03/2020
 il giorno 09/03/2020
 il giorno 15/09/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Seguici su:



Cerca la poesia:



Sergio Melchiorre in rete:
Invia un messaggio privato a Sergio Melchiorre.


Sergio Melchiorre pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Tutte le fiabe

Le fiabe, scritte in una prosa svelta, semplificata al massimo, ricche di ritornelli, cadenze e cantilene rimangono (leggi...)
€ 0,99


Considerazione dell'autore
«Se il mio aereo avesse ritardo il decollo di qualche ora, ora, forse, non sarei qui a scrivere questa considerazione...»
Inserita il 26/07/2013  

Sergio Melchiorre

Poesia a tema sull'argomento 'L'isola misteriosa'

Prima di Cernobyl

Natura
Ero a Kiev
il ventisei aprile
dell'ottantasei.

Prima di allora
non lavavo l'insalata
e vivevo
la mia sensualità
con armonia.

Da allora
la mia vita è cambiata
ho di nuovo paura del buio
e parlo nel sonno.




Club Scrivere Sergio Melchiorre 23/01/2010 18:36| 13| 3903|


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Giorgia Spurio - Angela Rainieri - Cuccu Anna Maria
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«Il disastro di Cernobyl ha cambiato la mia vita per sempre...»


 

I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«E' stata davvero una brutta esperienza quella vissuta con Cernobyl. Non subito abbiamo capito la gravità dell'accaduto, ma poi col passare degli anni, piano piano abbiamo preso coscenza e ci siamo resi conto. Grazie per aver voluto ricordare con questi versi, la terribile disgrazia accaduta per colpa dell'incoscienza dell'uomo. per la poesia.»
Club ScrivereVivì (23/01/2010) Modifica questo commento

«è vero da quel giorno tanto è cambiato è inoltrata la paura del progresso
un mio pensiero ai bambini oggi giovani donne uomini che da vicino hanno vissuto quest'apocalisse
(ogni progresso ha sempre l'ombra del regresso che non sempre è capito dai poteri)
poesia stupenda nei versi scorrevoli ma sopratutto per profondità
e sensibilità poesia che conservo
mi scusi l'AUTORE a V. bambina provieniente da quelle terre, che in affidamento temporaneo è tra le braccia di mia nipote. chiedo scusa se commossa ho elargito il mio pensiero»
Giovanna De Santis (23/01/2010) Modifica questo commento

«Ci sono traumi difficili da rimuovere, che possono davvero stravolgere la vita delle persone, però, bisogna sforzarsi ugualmente di superarli.
Pensiamo, ad esempio, quanto può essere grande il trauma che subiscono i bambini maltrattati, sfruttati, rubati, violentati.
In un'età ancora più delicata di quella adulta, in cui non si possiedono gli strumenti per elaborare un dramma.
E che può, davvero, segnare per tutta la vita.
Brevi intensi versi, che racchiudono un contenuto profondissimo!
Molto bella l'espressione poetica.»
Anna Maria Scamarda (23/01/2010) Modifica questo commento

«mi piace.
è bella,è straziante,è vera.

io sono nata nell'86.
chernobyl per me fu solo una cosa raccontata.
non conosco l'insalata non lavata, non conosco la sensualità in armonia...
conosco bene il buio e non so cosa dico nel sonno.

è stupenda... certo purtroppo non è una fiaba, purtroppo nel senso che difficile sarà votata, siccome non ha il lieto fine di una fiaba, quella che dice il tema in questione della settimana.

è però sicuramente una poesia a cui va maggiore visibilità...
è natura, ma è anche storia...
che va ricordata e condivisa per poter stare insieme nel buio senza aver paura.»
Club ScrivereGiorgia Spurio (23/01/2010) Modifica questo commento

«A Cernobyl la vita di una persona pare che non riesca a superare i 16 anni... la morte lenta di un popolo, la morte atroce di un popolo per colpa di chi voleva diventare una persona famosa...è morto anche lui di cancro...!
Bimbi che sono mostri, malattie nuove di cui non si conosce nulla
Cernobyl, chi ha aiutato quelle persone?
Bellissima poesia nella sua immane e dolorosissima infinita tristezza»
Club ScrivereRosy Marchettini (23/01/2010) Modifica questo commento

«Vi sono degli avvenimenti nella nostra vita, che cambiano per sempre la visione del mondo. Questo tragico episodio ha lasciato segni indelebili non solo in quelli che lo hanno subito, ma anche in tutti quelli che lo hanno conosciuto solo attraverso la cronaca. Da qui, si può rilevare la vulnerabilità dell'uomo e il suo senso d'onnipotenza.»
Antonella Modaffari Bartoli (24/01/2010) Modifica questo commento

«Ricordo di un anno spartiacque che ha dato consapevolezza del rischio nucleare e forza, almeno in Italia, ai movimenti verdi culminata nel referendum che ha fatto chiudere da noi le centrali. Oggi non resta che il poeta a fare memoria, mentre la solità "auri sacra fames" cancella il passato e di nuovo ci vuole irradiare. E tristemente pare che per la vita futura a nessuno interessi lottare!»
Michele Prenna (24/01/2010) Modifica questo commento

«Versi toccanti che fanno riflettere su una problematica ancora aperta e attualissima... Profonda e condivisa. apprezzatissima.»
Club ScrivereAngela Rainieri (24/01/2010) Modifica questo commento

«episodio difficile da dimenticare e che ha cambiato la vita a molte èersone, molto bella»
Gloria Frizzi (25/01/2010) Modifica questo commento

«Inbubbiamente, è stata un'immane tragedia che tutto ad un tratto, ha messo l'intero Mondo in subbuglio e iaperto gli occhi su di una realtà che molti ignoravano. Il suoi effetti dureranno centinaia di anni, ma per chi come noi l'ha vissuti, certamente ce li ricorderemo per tutta la vita, e non solo a livello fisico. Purtroppo, mi viene pure spontaneo dire che l'uomo, in tutto ciò, non ha imparato nulla, ma anzi, persevera nel suo piano di profonda distruzione a livello globale, ed in sordina, per di più. Un grido sociale intenso e dovuto, il tuo. Molto gradita nella sua pur cruda realtà. Apprezzata e condivisa»
RaggiodiSole (25/01/2010) Modifica questo commento

«Tremendamente bella e socialmente condivisa... la data spartiacque della nostra piccola epoca è il 6 agosto 1945...»
Club ScrivereGiuseppe Monteleone (25/01/2010) Modifica questo commento

«Una terribile tragedia che ha "svegliato" il mondo. Bella poesia a dimostrazione che a volte non servono tante parole per arrivare al cuore.»
Club ScrivereTriste (26/01/2010) Modifica questo commento

«Spesso la Natura viene violentata dall'uomo che cerca di accumulare energia e potenza e allora accadono immani catastrofi. Troppo comodo poi prendersela con la Natura o con Dio. Intensamente incisiva ed evocativa. Stupenda.»
Cuccu Anna Maria (28/01/2010) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione


Racconti

Amore
Il cielo di Gessopalena
La donna senza passato
Romualdo, l’angelo ribelle
Il bacio
Il silenzio di mio padre
Minervina, una donna d’altri tempi
Mia madre
Khanysha, la figlia del vento
Lettera d’amore
La vedova bianca
La storia di Mara
La suora di clausura
Azione e Guerra
Peppone, il maiale
Cantare aiuta a non dimenticare
Aleksander Pesterley, detto «Shura»
Il Maggiore Lionel Wigram
Il cacciatore di mosche
Testardo come un mulo
La gelosia di Giulio
Leonardo, l'ultimo dei partigiani
Biografie e Diari
Il latte miracoloso di Annina «la taliana»
Gessopalena per sempre
L’ingiusta violenza
Il Partigiano di Gessopalena
La libertà dei gatti
La sedia di Francesco
L’idea geniale di Francesco
Anche gli asini vanno in paradiso
Rosso antico
La pazza di Amardolce
La stella che danza
Volpe argentata
Mio padre, uomo taciturno ed introverso
Cara maestra
Gina non ha più lacrime per piangere
Dramma
La strage di Sant’Agata
La ragazza ribelle
Il ragazzo del “99
A mia madre
Te ne sei andato in punta di piedi
Erotismo e per adulti
La moglie del sindaco
La verità nascosta
Prostituta non professionista
Il fondoschiena da favola
La cubana
Il prete
Il culetto a mandolino
Il doppio tradimento
La quinta misura di seno
L’amante di turno
La coppia mal assortita
La moglie infedele
Il voyeur
La storia inenarrabile di Maurizio Zèffiro
La cubista di Lugano
Kiara, the girl next door
Lo stupro di gruppo
La figlia della madonna
La stanza del peccato
Una notte Benedetta
Un incontro al buio
Travolgente passione
Amore perverso
"Bocca di rosa"
“Tanta voglia di lei”
Il lato B da favola
La strana proposta
Le signorine della colonia
La spogliarellista
Bella come una madonna
Padre- padrone
Il Segreto di Giovanna
La vera storia della Zingara che tagliò il pene al marito bigamo
L'adultera
Bella di notte
Mi manda Natale...
Il giovanotto di primo pelo
Horror
Maschere di celluloide
Nosferatu il vampiro
Il gabinetto del dottor Caligari
Sociale e Cronaca
Ecco l’impero dei sensi
Il postino
Occhio indiscreto
La città della gioia
Cattiva maestra
Carolina la gattara
La cascina rossa
L'extracomunitario
La fotografia oggi
Il Generalissimo
Il cinema ieri e oggi
Jean- Pierre- le- clochard
Il cappello di Panama
I falsi idoli
Il pittatore
La ragazza di Lilla
L'uomo che sussurrava ai cipressi
La donna misteriosa
Mille miglia
Lo straniero
La censura di stato
Professione sceneggiatore
Il cinema è morto?
Il maccartismo cinematografico
Spiritualità
Il miracolo
La bandiera rossa
Il Testimone di Geova
Giovanni il «belgese»

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it