2999 visitatori in 24 ore
 252 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro

Per me la scrittura è importante quanto l'aria che respiro...

Sergio Melchiorre

Ho sempre amato il cinema. Sono nato con la televisione, almeno dal punto di vista cronologico-temporale, anche se ho passato la maggior parte della mia infanzia senza televisore in casa. La mia passione è stata la «settima arte», mi sono sempre nutrito di celluloide e sono cresciuto nel mito dei ... (continua)


La sua poesia preferita:
Eri vestita di luce
Sei la linea d'ombra
dei ricordi più soavi
della mia vita.

Sei il profilo di una malinconia
che vibra come una foglia morta
sbattuta dal vento,
nell'angolo di una strada
senza uscita.

Sei la scia di luce
che trafigge l'effigie
dei...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Sconfinato amore
Sei alba cristallina,
sei tramonto sul mare...

Sei un raggio di sole
che riflette il suo splendore
sulla limpida acqua di
un torrente di...  leggi...

L’uncinetto d’avorio
Vorrei diventare invisibile
come il vento che scompigliava
i tuoi lunghi capelli bianchi.

Vorrei diventare immortale
come le minuscole rughe
scolpite sul tuo viso sofferto.

Vorrei diventare sublime
come l’aria che accarezzava
la tua pelle...  leggi...

Ti amo alla follia
Sei come il mustang indomabile
che rifiuta d’essere imbrigliato.

Sei libera come il vento
che accarezza i fiori dei cactus.

Sei come il candore di un campo
che aspetta la luce del giorno
per esibire i suoi germogli.

Sei l’eco di una...  leggi...

Sei bella come il sole
LA TUA PELLE VELLUTATA
CHE PROFUMA DI LIBERTÀ
RIESCE A SPEZZARE LE CATENE
DELLE MIE INIBIZIONI.

TI AMO DA MORIRE
PERCHÉ SEI SPUMEGGIANTE
COME LO CHAMPAGNE CHE SORSEGGIO
NELLE TUE SCARPE A SPILLO.

SEI BELLA COME IL SOLE
E NON MI...  leggi...

Ti amerò per sempre
Ti ricordi
quando eravamo
come foglie nel vento
e la pazzia scorreva
nelle nostre vene?

Il sole splendente
di mille estati
illuminava di gioia
la nostra vita.

Rimarrai per sempre
la follia d’amore,
il vento che buca le nuvole,
il richiamo...  leggi...

Desiderio d'amore
Ho la sensazione
di camminare sull’acqua
quando ti guardo
negli occhi.

Il cielo
attonito testimone del mio amore
si appropria del mio stato d’animo
e lo trasforma in un volo d’angelo.

Ho la sensazione
di spiccare il volo
quando sento il...  leggi...

Ho sussurrato al vento
Ho sussurrato
il tuo nome al vento.

Lo ha cantato alle foglie
degli alberi secolari
e lo ha disegnato
nel cielo infinito.

Gli ho confidato
la mia tristezza
per la tua partenza,
per il tuo silenzio assordante
che mi ha sconvolto la...  leggi...

Pianto poetico
Lasciami rivivere il ricordo
del soffio di vento che scompigliava
i tuoi lunghi capelli bianchi.

Lasciami entrare nelle stanze segrete
dove si posavano i tuoi pensieri.

Voglio carpire il segreto
del tuo immenso amore.

Davanti al mistero del...  leggi...

Ti ricorderò per sempre
Oggi, papà,
avresti compiuto cento anni
se il respiro del vento
non avesse spezzato
prematuramente
lo stelo della tua esistenza.

Ti ricorderò per sempre
anche se il tuo silenzio
ha seppellito il mio dolore
sotto il manto...  leggi...

Ritorno al paese natio
Ritorno al paese natio.
Loculo...  leggi...

Occhi cileni
Ho tessuto una tela
di ragno
nei tuoi occhi
per farti sorridere.

Ma il tuo sguardo
triste
si è perso nelle...  leggi...

L'ultimo abbraccio
Il vento accarezza le foglie
di una quercia secolare e
assiste turbato all'addio dei due amanti
che si abbracciano furtivamente,
con nel cuore una triste melodia d'amore.

Le loro ombre si proiettano sull'acciottolato,
all'angolo di un...  leggi...

Non cercarmi
Quando ti sveglierai
non cercarmi.
Sarò lontano,
oltre il confine che
di notte avrò oltrepassato
come un ladro.

Sarò nascosto
dietro gli alberi fioriti
della nostra valle.

Quando ti sveglierai
non cercarmi.

Mi...  leggi...

Il polmone d'acciaio
Sono nato in cattività
nell'aria viziata
di una miniera belga,
con i fiori che fanno i turni
ed i topi morti
che denunciano in silenzio
il veleno del carbone.

Sordomuto, inchiodato
alla croce
con lo sputo del più forte
a...  leggi...

Sergio Melchiorre

Sergio Melchiorre
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Eri vestita di luce (08/05/2010)

La prima poesia pubblicata:
 
Il polmone d'acciaio (20/06/2009)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Ritorno dall’inferno (08/11/2020)

Sergio Melchiorre vi propone:
 L'ultimo abbraccio (16/06/2010)
 Ritorno al paese natio (06/07/2009)
 Eri vestita di luce (08/05/2010)

La poesia più letta:
 
L'ultimo abbraccio (16/06/2010, 27103 letture)

Sergio Melchiorre ha 15 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Sergio Melchiorre!

Leggi i 1296 commenti di Sergio Melchiorre


Leggi i racconti di Sergio Melchiorre


Autore del giorno
 il giorno 09/03/2020
 il giorno 09/03/2020
 il giorno 15/09/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Seguici su:



Cerca la poesia:



Sergio Melchiorre in rete:
Invia un messaggio privato a Sergio Melchiorre.


Sergio Melchiorre pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Uso del Cialis
Acquistare Cialis: Acquistare Cialis generico
Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Il ragazzo del “99

Dramma

Pediscigabbenon, come lo chiamavano tutti ad Amardolce perché usava sempre questa parola quando parlava in un italiano strascicato, aveva lavorato così tanto la terra fino all’ età di trent’ anni che la sua schiena aveva assunto la forma di un aratro.

Poi, in un’ uggiosa mattina d’ autunno, cadde pesantemente da un albero di olive e si ruppe la spina dorsale e da quel fatidico giorno la sua vita cambiò letteralmente.

Ricevette una cospicua pensione dallo stato, sposò una cafoncella che rischiava di rimanere zitella per quanto fosse brutta e racchia, e smise di lavorare per tutto il resto della sua vita.

Ingrassò come un maiale, a causa dell’ inattività forzata, e si spostava da un’ osteria all’ altra in groppa alla sua fiammeggiante carrozzella rossa, come un ussaro a cavallo prima di una battaglia cruenta.

Nel 1899, nacque finalmente Nicolò che Pediscigabbenon coccolava come un piccolo principe perché lo considerava un dono del cielo.

Quando sua moglie gli confidò d’ essere incinta, l’ uomo si fece accompagnare a Lanciano, dove passò tutta la notte con una baldracca per festeggiare l’ evento.

Da allora, trascurò definitivamente la moglie per dedicarsi esclusivamente al figlio che crebbe in un ambiente sui generis ed esageratamente protettivo.

Con i soldi che si era messo da parte grazie ad un’ eredità ricevuta da un lontano parente che era emigrato in America e di cui nessuno si ricordava, comprò un vigneto in contrada Pincianesi.

Si vantava con tutti gli avvinazzati delle osterie che quella vigna gli avrebbe dato così tanta uva da far morire d’ invidia tutti gli amardolcesi che gli volevano del male. Passava la maggior parte delle sue giornate ad ammirarla. La guardava con la stessa perfidia che luccicava nei suoi occhi grigio- verdi quando si recava al bordello per scegliere la prostituta con la quale avrebbe passato mezz’ ora di “sana spensieratezza”.

Le cose più importanti della sua vita diventarono suo figlio e la sua vigna. In pratica, la devozione che nutriva nei confronti della sua vigna e del suo erede era così forte da diventare un tutt’ uno. Le prostitute erano soltanto, per così dire, il trait- d’ union che congiungeva l’ amore paterno a quello mistico.

Non parlava mai della moglie che morì qualche anno dopo la nascita di Nicolò. Si recava al cimitero soltanto in occasione della commemorazione dei defunti e non si fermava neanche a pregare sulla sua tomba perché, come dicevano le male lingue, si limitava a lanciarle, dalla sua carrozzella rossa, un mazzo di fiori selvatici che aveva raccolto nel suo vigneto.

Niccolò diventò grande grazie all’ aiuto di un’ amica di famiglia che si prese la briga d’ allevarlo quasi per pietà.

A Natale, o in occasione di feste religiose paesane, Pediscigabbenon le regalava una misera somma di denaro o un cesto di derrate alimentari in cambio di un’ amicizia apparentemente disinteressata, poi la donna si trasferì inspiegabilmente nella sua masseria.

Nonostante la sua nuova compagna fosse più giovane e attraente della moglie, Pediscigabbenon continuava a frequentare assiduamente le osterie e i bordelli. Era perennemente ubriaco. Andava a zonzo con la sua carrozzella con un fiasco di vino sulle ginocchia. Entrava nelle cantine, si avvicinava al bancone e chiedeva al barista il solito bicchiere di vino. Rincasava molto tardi la sera e, spesso, picchiava la compagna perché era convinto che non gli fosse fedele. In realtà, era una scusa per scaricare su di lei tutte le sue frustrazioni e la sua cattiveria. Spesso, le scene di violenza avvenivano sotto gli occhi impauriti del bambino. Qualcuno asseriva che le violenze fisiche continuavano anche dopo, nella stanza da letto, quando il bambino dormiva.

Con il passar degli anni, Pediscigabbenon diventò ancora più perfido. Chiudeva la compagna in casa, per paura di essere tradito, e si portava appresso la chiave che sbatteva rumorosamente contro le ruote posteriori della carrozzella.

Nicolò visse in quell’ ambiente claustrofobico e deprimente fino alla primavera 1917, quando arrivò quella fatidica cartolina della chiamata alle armi che gli avrebbe permesso di abbandonare quella famiglia sgangherata e di sottrarsi ai soprusi del padre che continuava a picchiare la compagna e a trattare la vigna come se fosse un essere umano.

Per Nicolò, la guerra era soltanto un rumore di fondo e pertanto accolse l’ avviso di precetto come una benedizione di dio.

Pediscigabbenon prese la cartolina tra le mani e la lesse ad alta voce:

COMUNE DI AMARDOLCE

Ufficio IX – LEVA E SERVIZI MILITARI

Il sottoscritto Sindaco del Comune di Amardolce, visto il decreto Luogotenenziale n. 112 in data I febbraio 1917, e la Circolare del Ministro della Guerra n. 277 in data 19 Aprile 1917,

PRECETTA

Il giovane Nicolò ********* figlio di ********** iscritto nelle liste di leva, per la classe 1899, n. 113 a presentarsi innanzi al Consiglio di Leva, nell’ apposita sede di via *******, il giorno 18 Maggio 1917 alle ore 8. 30 per ivi essere sottoposto a visita e, se idoneo, arruolato.

Nel caso di residenza all’ estero, lo avverte che potrà regolarizzare la sua posizione presso la Regia Autorità diplomatica o consolare del luogo in cui dimora, nei termini e nei modi indicati nelle avvertenze retroscritte.

Gli rammenta poi che, in ogni caso, non ottemperando all’ invito, incorrerà nella dichiarazione di renitenza.

Amardolce, 25 Aprile 1917.

Il Sindaco

Inghiottì la saliva con difficoltà e il suo viso si contrasse in un ghigno di dolore. Alla cantina, dove si recava tutti i giorni, un vecchio garibaldino gli aveva detto che stavano chiamando i ragazzi del ’ 99 e che le probabilità che chiamassero suo figlio erano minime perché l’ Italia stava vincendo la guerra.

Dopo la partenza del figlio per la guerra, Pediscigabbenon divenne sempre più prepotente e dispettoso. Si recava ogni sera alla sua vigna, armata di fucile da caccia, perché era convinto che qualcuno gli rubasse l’ uva per compiere messe sataniche. Rimaneva di guardia fino all’ alba, dopo essersi scolato un intero fiasco di vino.

Fu poco prima dell’ alba dell’ 11 ottobre 1917 che avvenne la disgrazia. Pediscigabbenon si apprestava a rientrare a casa, dopo essere rimasto di guardia tutta la notte al vigneto, in una specie di dormiveglia comatoso, quando un rumore destò la sua attenzione. Alzò la testa e vide in lontananza un’ ombra che si avvicinava alla vigna. Levò la sicura al fucile da caccia, caricato a pallettoni, bevve l’ ennesimo sorso di vino, e aspettò in silenzio che l’ ombra fosse a tiro. In un raro momento di lucidità, prima di sparare, si rese conto che si trattava di un giovane militare. Prese la mira e sparò un solo colpo in direzione dell’ uomo che si accasciò al suolo senza emettere un solo grido. Pediscigabbenon si avvicinò al corpo riverso per terra, con la sua carrozzella rossa, con il fucile spianato e si rese conto che era suo figlio Nicolò che stringeva ancora tra le mani un grappolo di uva.

In caserma gli avevano dato una licenza premio prima che partisse per il fronte e Nicolò voleva fare una sorpresa al padre. Una sorpresa che gli costò la vita.

Pediscigabbenon, in preda alla disperazione e al rimorso, visse in mezzo alla miseria più squallida, perché la sua compagna l’ abbandonò, e morì di crepacuore proprio il giorno di Natale.

Al suo funerale, non c’ era praticamente nessuno.

Il suo vigneto prese misteriosamente fuoco a causa di un incendio doloso provocato da mani ignote.

Nel posto preciso in cui avvenne l’ omicidio, gli amardolcesi asseriscono di sentire ancora oggi, dopo quasi un secolo, soprattutto durante la vendemmia, il rumore metallico della carrozzella di Pediscigabbenon che vaga senza meta, alla ricerca della sua vigna, intonando una ninna nanna straziante che svanisce con le prime luci dell’ alba.



Parola intraducibile che potrebbe significare “ pietà sì, ma gabbo no”.

Contadina.

Fattoria.

Osterie.

Durante laprima guerra mondiale, ragazzi del ‘99 era la denominazione data ai costritti negli elenchi di leva che nel 1917 compivano diciotto anni e che pertanto potevano essere impiegati sul campo di battaglia.







Sergio Melchiorre 01/01/2012 17:22 1915

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

SuccessivaPrecedente
Successiva di Sergio MelchiorrePrecedente di Sergio Melchiorre

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Vedi i racconti di Sergio Melchiorre:
nella categoria:
dell'anno:












Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Racconti

Amore
Il cielo di Gessopalena
La donna senza passato
Romualdo, l’angelo ribelle
Il bacio
Il silenzio di mio padre
Minervina, una donna d’altri tempi
Mia madre
Khanysha, la figlia del vento
Lettera d’amore
La vedova bianca
La storia di Mara
La suora di clausura
Azione e Guerra
Peppone, il maiale
Cantare aiuta a non dimenticare
Aleksander Pesterley, detto «Shura»
Il Maggiore Lionel Wigram
Il cacciatore di mosche
Testardo come un mulo
La gelosia di Giulio
Leonardo, l'ultimo dei partigiani
Biografie e Diari
Il latte miracoloso di Annina «la taliana»
Gessopalena per sempre
L’ingiusta violenza
Il Partigiano di Gessopalena
La libertà dei gatti
La sedia di Francesco
L’idea geniale di Francesco
Anche gli asini vanno in paradiso
Rosso antico
La pazza di Amardolce
La stella che danza
Volpe argentata
Mio padre, uomo taciturno ed introverso
Cara maestra
Gina non ha più lacrime per piangere
Dramma
La strage di Sant’Agata
La ragazza ribelle
Il ragazzo del “99
A mia madre
Te ne sei andato in punta di piedi
Erotismo e per adulti
La moglie del sindaco
La verità nascosta
Prostituta non professionista
Il fondoschiena da favola
La cubana
Il prete
Il culetto a mandolino
Il doppio tradimento
La quinta misura di seno
L’amante di turno
La coppia mal assortita
La moglie infedele
Il voyeur
La storia inenarrabile di Maurizio Zèffiro
La cubista di Lugano
Kiara, the girl next door
Lo stupro di gruppo
La figlia della madonna
La stanza del peccato
Una notte Benedetta
Un incontro al buio
Travolgente passione
Amore perverso
"Bocca di rosa"
“Tanta voglia di lei”
Il lato B da favola
La strana proposta
Le signorine della colonia
La spogliarellista
Bella come una madonna
Padre- padrone
Il Segreto di Giovanna
La vera storia della Zingara che tagliò il pene al marito bigamo
L'adultera
Bella di notte
Mi manda Natale...
Il giovanotto di primo pelo
Horror
Maschere di celluloide
Nosferatu il vampiro
Il gabinetto del dottor Caligari
Sociale e Cronaca
Ecco l’impero dei sensi
Il postino
Occhio indiscreto
La città della gioia
Cattiva maestra
Carolina la gattara
La cascina rossa
L'extracomunitario
La fotografia oggi
Il Generalissimo
Il cinema ieri e oggi
Jean- Pierre- le- clochard
Il cappello di Panama
I falsi idoli
Il pittatore
La ragazza di Lilla
L'uomo che sussurrava ai cipressi
La donna misteriosa
Mille miglia
Lo straniero
La censura di stato
Professione sceneggiatore
Il cinema è morto?
Il maccartismo cinematografico
Spiritualità
Il miracolo
La bandiera rossa
Il Testimone di Geova
Giovanni il «belgese»

Poesie

Amicizia
Ti regalo il mio amore
Nel bene e nel male
La bicicletta rossa
L’ultimo abbraccio
Il bambino Rom
Parole d’addio
Il mio amico d'infanzia
Sinfonia d'autunno
I cacciatori di frodo
Le lacrime dei bambini
Le persone che sorridono
Sono un aquilone
Amore
Incomprensibile addio
Nel profondo dell’anima
Amore senza tempo
Quando finisce un amore
Sfumature listate a lutto
Ti amo con lo sguardo
Gli addii
L’amore (ai tempi del Corona Virus)
Ho voglia del tuo sorriso
Richiesta d’amore
Le poesie d’amore
Parlami d’amore
Canto della Libertà
Il nostro amore
Non smettere d’amarmi
Amore sfiorito
Rinascerò
Senza titolo
La tua tristezza
Bolla di sapone
Portami con te
Non andare via
Paura di perderti
Poesia d’amore
Le mie parole d’amore
L’altro uomo
Sei la mia opera d’arte
Amore romantico
La delicatezza di una carezza
Il riflesso delle illusioni
L’anima del diavolo
I nostri sguardi
Il cuore degli innamorati
Il cimitero degli angeli
Ti ho cercata invano
Non lasciarmi la mano
Angelo maledetto
Poeta «déraciné»
L’eco del tuo respiro
Amore segreto
Fatidico addio
La tua bellezza
Donna velata
Fuga d’amore
Donna stupenda
Il tuo sorriso
Il canto dell’amore
Tra cent’anni
Capolavoro di bellezza
Il cielo d’Irlanda
Dentro di te
La bellezza dell’amore
Le sue ultime parole
Sei preziosa
Quando muore un poeta
Sei l’unica donna
Notte d’amore
Dono del cielo
Il coraggio di amare
Brindando alla vita
Il tuo sorriso
Alla luce del sole
La pace dei sensi
Amore inossidabile
Sognare ad occhi aperti
Quando stavamo insieme
Amore rubato
Amore sublime
Mio padre
Credere nell’amore
Liberami dalle catene
Tornerò da te
Ti aspetterò
Non mi stancherò mai d’amarti
Indistruttibile amore
Ad occhi aperti
Sei volata via
Amore disperato
Stolto addio
Se tu mi amassi
Incomprensibile addio
Gli occhi tristi di mio padre
Le parole d’amore
Per continuare ad amarti
Il tuo amore malato
Padre mio
Non riesco a dimenticarti
Mamma
Il ponte del sorriso
Il vero amore
Lo amerai per sempre
Continuerai ad amarmi
Il silenzio di mia madre
Mia madre
Il nostro Amore
Ti chiamerei Amore
Amore a tempo
Amore sublime
Ti amerò
La tua straordinaria bellezza
Non tornerei indietro
Eravamo felici
Abbagliante sorriso
Amore proibito
Il tradimento
La gioia dei miei occhi
Il giorno dell’addio
Fedifraga
Aspetto il suo ritorno
L’uncinetto d’avorio
Credo che morirei di dolore
L’epitaffio del nostro amore
Sei fuggita via
Sono un pusher
Sintesi irrazionale
Il tradimento
La Fedeltà
La felicità
Frammenti d’amore
Ti amo da impazzire
Sete d’amore
Dolore sconfinato
Sei il mio sole
Amore disperato
Sei la mia follia quotidiana
Ti porterò con me
Mio padre
Amore assurdo
Non smettere mai di amare
Continuo ad amare
Smisurato amore
Senza di te
I frammenti del mio amore
Continuo a cercarti
Ti amo più di allora
Il mio desiderio d’amarti
Continueremo ad amarci
La mia lunga attesa
Eterno amore
La promessa d’amore
Un amore impossibile
Senza amore la vita è vuota
Grazie, mamma
Il mio primo amore
Giglio di mare
Ti amo oltre l’impossibile
Tornerai a sognare
Continuerò ad amarti in silenzio
Eterno amore
La bellezza del tuo sorriso
Versi d’amore
Il paradiso nei tuoi occhi
Se tu mi lasciassi
Ho aspettato invano
La strada dorata dell’amore
Amore assurdo
Ti ho sempre parlato d’amore
Non lasciarmi solo
Affinché tu sia felice
Non mi stancherò mai d’amarti
Sei la mia gioia di vivere
Splendore Senza Tempo
La Delicatezza dell'Amore
Grazie d’EsisteRe
Imperfetto Amore
Infinito amore
Il Miracolo dell’Amore
Le Parole d’Amore
Le Storie d’Amore
Il Mio Giardino Segreto
Per Amare
Non lasciarmi solo
L’amore ideale
Voglia d’Amarti
Non mi Stancherò Mai di Amarti
Ti Amo Oltre Ogni Limite
Sete d’Amore
Il Cielo nei Tuoi Occhi
Quando Penso a Te, Amore Mio
Ti ho Cercata in Capo al Mondo
Credo ancora nell’amore
Continuo ad Amarti in Silenzio
Ti Regalo la mia (in) Felicità
Lasciami vivere la mia libertà
Il Bacio di Giuda
Eterno amore
Vorrei amarti Con Delicatezza
I tuoi Baci alla Ciliegia
Lasciami Andare Via senza Rimpianti
Il dono dell’amore
Da quando mi hai lasciato
Lo splendore dei suoi occhi
Agognata Felicità
Il tuo Breve Amore
La mia immotivata gelosia
Vorrei che tu tornassi da me
Continuerò ad amarti
La Nostra Storia d’Amore
Quando muore un poeta
Sei la donna che ho sempre sognato
Senza di te, Amore
Sei il mio sole
L’Ardore Dell’Amore
Il Giardino Delle Delizie
Vorrei amarti all'alba
L’Amore, l'Ultima Muraglia Del Desiderio
Sei il mio primo dolce pensiero
L’amore è un frutto raro
Vorrei amarti per sempre
Amore effimero
Un mondo d’amore
Amore
Ti amo in segreto
Non smettere mai d’amare
Ti amo anche se
Sei la mia meraviglia quotidiana
Morirei di dolore
Sconfinato amore
L’uomo che ha preso il mio posto
Non riesco a dimenticarti
Quando ti sentirai triste
La perla del nostro amore
Il giorno del nostro addio
Appari e scompari come la Madonna
Inesauribile amore
La promessa d’amore
La certezza del nostro amore
Vorrei amarti fino all’ultimo respiro
Sono innamorato di te
Conturbante bellezza
Sei importante per me
Ti amo alla follia
Il mistero dell’amore
Amore mio
Ho tradito il tuo amore
Amarsi
Mio infinito amore
Non smettere mai d’amarmi
Ti amo come sei
L’eden dell’amore
Senza di te
Il mio capolavoro
Ti amerò per sempre
Il tramonto del nostro addio
Amore senza speranza
Perdonami
Non mi ami più
Sei l’unica donna al mondo
Sei bella come il sole
Gli innamorati si addormentano abbracciati
Sei la donna che amo
Amore infinito
La tristezza degli innamorati
Tormentato amore
Non continuare ad amarmi
La nostra storia d’amore
Non piangere, amore mio
Non mi lasciare
Per poterti abbracciare
Amore impossibile
L’amore è libertà
La lettera d’addio
La libertà d’amare
Non smettere mai di cercarmi
Ti ricorderò per sempre
Il fiore dell’amore
Non smetteremo mai d’amarci
Il trionfo dell'amore
L’ombra della nebbia
Il canto del mare
Paura di perderti
L’amore è un fiume sotterraneo
Ho perso la strada del ritorno
Silenzio assordante
La prima volta
Sono il poeta dell’amore
Eclissi totale
Sono tornato ad amare
Il rimpianto
Il mio angelo
Penelope ribelle
Promesse d’amore
Libertà d’amare
L’ultimo tramonto
Paura d’amare
Insegnami ad amarti
Ti amo da morire
Non chiedermi
Gli ultimi baci
La sposa- bambina
Il falò dell’oblio
Le foglie morte
Desiderio d'amore
L'amaro addio
Amami
Piacevole delirio
Amore effimero
Gabbia infernale
La nebbia dell’oblio
Sei il mio tramonto
Il tuo sorriso
Non chiedermi d’amarti
Urla il mio nome
Pegno d’amore
L'immensità del cielo
Conchiglia di mare
Non umiliarmi
Ti vedo dappertutto
Non smettere di amarmi
Ho bisogno d’amare
Storia d’amore
Notte d’estate
Fiore del deserto
La libertà
I sogni non si raccontano
Profumo di libertà
La cascata di ghirlande
Ti chiamerò amore
Mare in tempesta
Guardami negli occhi
Ho asciugato le tue lacrime
Incantesimo infinito
Preghiera del sognatore
La tua pelle di luna
Indescrivibile luce
Eclissi totale
Il canto antico dell’amore
Il mio angelo custode
Il vento dell’oblio
L’addio
Passione senz’età
Mi manchi
Le rose d’inverno
La luce delle tue lacrime
Il primo bacio
La nuova primavera
Sei andata via
E già mi manchi
Impeto incontrollabile
Il mio cuore batte a cento all'ora
Nido d'amore
Il sole nero
Guardarmi
La rosa gialla
Eterno Peter Pan
La spada del sorriso
Il tempo dell'amore
Baci appassionati
Assurdo orgoglio
Incontenibile passione
Sento la tua malinconia
Il garage dell'orrore
Notte incantata
Brivido di passione
L'ultimo abbraccio
Color del mare
Non chiedermi
Vorrei
Una rosa per te
Il tempo delle mele
Eri vestita di luce
Vorrei abbracciare il cielo
Cerco le tue mani
Per tornare a sognare
Il mistero dell'amore
Ti ho vista piangere
La stagione degli amori
Tra le tue mani
Il tempo dell'amore
Sono il leone ruggente
Ho paura di essere felice
"La persona richiesta non è al momento raggiungibile"
Sei andata via per sempre
Il posto dell'amore
Colpo di fulmine
Sei andata via con un altro
Il senso della vita
La garçonnière
La paura di essere felice
L'azzurro dei tuoi occhi
Labili ricordi
Occhi cileni
Amarsi
Il coraggio di amare
Se dovessi scegliere
Ho sussurrato al vento
Rosso purpureo
Maledetta primavera
A volte
Aspetterò che sorga il sole
Ho scritto il tuo nome
Biglietto di sola andata
Il lungo addio
Un amore impossibile
Brevi
Il fogliame del cielo
Distesa di silenzio
Solitudine
Fonte di vita
Agonia innata
Xylella
Anima smarrita
Umana compassione
Odore di asfalto
Amore a prima vista
Il cinema
Ho visto l'inferno
Ritorno al paese natio
Il cielo
Cronaca
Nel bagno di un treno
A morte, i dittatori
La pioggia della pace
Funerale gay
Non sputate addosso alla sua bara
Vergogna, vergogna, vergogna
Dialettali
Lu capetane de la Tarande
Donne
La tristezza nell’anima
Il mio amore per te
La Madonna del Partigiano
L’Amore è LibertÀ
Violenza Verbale
Tra le mura rassicuranti dei lager domestici
La violenza delle parole
La dea dell’amore
Gioia infinita
Bella dentro
Portami con te
Vestali del passato
Il segreto della vita
Aisha
Dovrebbe essere ogni giorno Festa della Donna
"Tacchi a squillo"
Angoscia di donna
Erotismo
Voglio godere
Nido d’amore
Raffinato erotismo
Inebriante lussuria
Il fiume del desiderio
Profumo d’estate
Il tuo ventre
Inguaribile visionario
Miraggio utopistico
I cancelli del paradiso
Le tue turgide labbra
L'essenza del tuo profumo
Sensazione di volare
Ti ho elevata a divinità
L'essenza dei miei sogni
Famiglia
Ricordo mio padre
I trafficanti di morte
Non smetterò mai di amarti
I fiori di cristallo
Abbraccio negato
Il labirinto dei ricordi
Gli angeli della notte
L’ultimo rosario
Se Gesù Cristo tornasse sulla terra
Lo sguardo di una madre
Il gioiello segreto
Come un enorme macigno
Il futuro dei miei figli
Mia madre non mi voleva
Accarezzare una vecchia fotografia
Fantasia
Risorgerò per davvero?
Paura di sognare
31 ottobre 2010
Lacrima dirompente
Il fiume della disperazione
Per sempre, ai tuoi piedi
Chi ha incastrato Giulietta e Romeo?
Festivita'
Incommensurabile speranza
La Pasqua dei poveri
Non piangere
L'albero di Bruna
Il religioso silenzio
Carnevale bifronte
La notte di capodanno
Eppure è Natale
Fiabe
Il valzer viennese
La libellula bruno- rossastra
La cintura di castità
Sonnambula irrequieta
La dea della natura
Impressioni
Temporale notturno
Il Suo Sorriso
Notte d’Amore
L’inverno nel cuore
Ho paura di svegliarmi
Il mistero della vita
La persona amata
Paura di morire
Il totem dei tabù
Non mi stancherò d'amarti
I viali del tramonto
Il mondo della nebbia
Continuo imperturbabile ad amarti
Raccoglierò le tue lacrime
Il raggio di luna
Il cuore di chi ama
A fari spenti
A sera
Suicidio annunciato
Poeta maledetto
La lettera d'addio
Occhi color nocciola
Estasi musicale
La luna e il poeta
Non cercarmi
Come fiori selvatici
Fuggevole estasi
Le ombre del tramonto
La morte nell'anima
Donna fatata
Luci dell'inverno
Il canto del vento
Fulgido ricordo
La Penisola del Tesoro
Disperazione
Notte senza stelle
A pugni chiusi
L'inverno dei miei ricordi
Il raggio verde
Sotto il cielo di Teheran
Lo scrigno segreto
L'odore della mia terra
Essenza perversa dell'essere
Grenada
Malinconia serale
Le tele di ragno
L'ombra di Barcellona
L'attesa
Paura di volare
Introspezione
Ritorno dall’inferno
Notte d’insonnia
L’immensità del cielo
Ombra crepuscolare
Tramonto imperfetto
Brezza di vita
Disperazione
Sogni tenebrosi
Nemesi dissociativa
Paura del vento
Il cielo stellato
La mia coscienza sporca
Tristezza autodistruttiva
Il cielo capovolto
Impietoso declino
Paura di vivere
Bolla di silenzio
Elaborazione del lutto
Foglio bianco
Solitudine
Rapsodia autunnale
La voce interiore dell’amore
La Danza della Pioggia
L’eco del mio amore
Nozze d’argento
Per continuare ad amarti
Lasciami amarti
Non spegnere quel sole
Sei andata via
Il campo di grano
Nel profondo dell’anima
Io, sono un se
Credo che impazzirei
Tempesta d’amore
All’ombra dell’amore
Cactus del deserto
Le marché aux puces
Cielo color cobalto
L’ombra della notte
Il bacio rubato
Il nostro giardino d'inverno
I tuoi occhi verde mare
Il lungo addio
Il porto delle nebbie
Frammenti di stelle cadenti
Il piccolo principe
Mal de vivre
Il tempo dell'attesa
La città che muore
In attesa del tramonto
L'altare dell'indifferenza
Ho l'impressione di sognare
In attesa della sera
L'angoscia della notte
La vita è un inferno
Disperato abbraccio col nulla
Mi sento spento
Il sentiero smarrito
Gessopalena, il paese dove parlano anche le pietre
Incubi
Oasi di pace
Angoscia
Momenti d'angoscia
Morte
Soffro di tanatofobia
Ci mancherà il tuo sorriso contagioso
Fanciulla in fiore
La lettera d’amore
Il regno delle ombre
Il vicolo cieco del suicidio
Quando morirò
Il paradiso, se esiste, può attendere
Le urla di mia madre
Pioveva al tuo funerale
Gioventù bruciata
Il silenzio di mio padre
Una schiera di angeli ti aspetta tra le nuvole
Mamma, ho paura del buio
La pausa di riflessione
Mio padre
Cronaca di una morte annunciata
La morte in diretta
Sei andato via senza salutare nessuno
Il suicida
Sono nato morto
Ti ricorderò per sempre sorridente
Ad un estraneo
Testamento di un partigiano
Sei volata via
Sentiamo la tua mancanza
Natura
La sposa infelice
Il fiore invernale
Il fiore reciso
L'esistenza della farfalla
Sinfonia d'estate
In alto mare
Sinfonia d'autunno
Il bambino- soldato
Animale braccato
Cielo di diamanti
Un sole che non vuol morire
La paura di una nuova Hiroshima
Natura morta
Prima di Cernobyl
Dedicata a Van Gogh
Ribellione
Sangue tzigano
Sogni Partigiani
Nel simbolo di pace
Preghiera del migrante
Nessuno è straniero
Quando muore un Partigiano
Maglietta rossa
In fondo al niente
Notte buia della Repubblica
Il Sacro Graal
Il violino di Auschwitz
La libertà è rivoluzionaria
Follia
Sono nato libero
Gli eroi non muoiono
Nato libero
Il vangelo secondo Majella
Bataclan
Bella Ciao, Resistenza
Mia figlia ha ballato con la forca
L’arma della Pace
L’ultimo bacio
Sono ancora vivo
Mi sento una nullitÀ
Crisi d’identità
Quattroseiseiseiquattro
Preghiera del partigiano
Oggi, è morto un poeta
Mal de vivre
Figlio di nessuno
Sei morto a vent’anni
L’ultima eclissi
Profumo di libertà
Perla di saggezza
La libertà
Gocce di silenzio
L’agenda rossa
Il condannato a morte
Occhi ammaliatori
Il respiro del vento
Libero
Compagno di strada
Briciole di sbarre
Le lacrime di S. Lorenzo
Il sogno di libertà
Piacere assoluto
Sotto le foglie morte
Ribelle anarchico
Morte di una partigiana
Non riesco a scrivere
Il poeta, che strana creatura
La luce del sole
La collina degli stivali
Attende il mio ritorno
Le ombre della notte
Anoressia affettiva
All'ombra degli aquiloni
Lager domestico
Il significato segreto della vita
Follia quotidiana
Mi trovo in mezzo al niente
Detesto coloro che
Ho conosciuto una donna
Il feretro della libertà
Addio, Comandante Troilo!
Il prezzo della pace
Amin dagli occhi blu
Quella valigia nera
Il giorno dopo
Plaza de mayo
Riflessioni
Il crepuscolo
La bella di notte
Rapsodia invernale
Il potere delle parole
Follia del presente
Anima in pena
Paura di morire
Il tifone
Meditazione estiva
Sono un poeta maledetto
Oggi
Delirio di onnipotenza
Amami
Nel cuore della notte
Dio non esiste
Il mondo va a pezzi
Il poeta maledetto
Sei scomparsa dalla mia vita
Il senso della vita
Cuore affranto
La solitudine dell’artista
La giovinezza perduta
Pianto poetico
Il silenzio dell’amore
Il sottile filo di Arianna
Cielo stellato
Il viale del tramonto
La forza dell'amore
Il respiro del vento
La nebbia di Auschwitz (Arbeit macht frei)
Non dimenticarmi
Non lasciarmi
Lacrima di pace
Avevamo vent’anni
Amore a tempo
Amore proibito
Pensieri
La strada degli innamorati
Li ho perdonati
Giovine Italia
Il treno rosso
La città del sole
Le onde della passione
Il gesto d'amore
Il successo
Il nido del cuculo
Pace interiore
Polvere nel vento
Ho creduto nella rivoluzione
Il coraggio di sognare
Il bambino dagli occhi verdi
Stato embrionale del pensiero
Mi offrì delle figurine
Vuoti a perdere
Creatività notturna
Fiori appassiti
Come nasce una poesia
Il filo spinato della pazzia
Il passato
Mare morto
I colori della vita
Gli occhi dei gatti
Vorrei urlare al mondo la mia disperazione
Il silenzio del futuro
La notte di San Lorenzo
Piazza Verdi
La maledizione
La discarica e la bambina
Senilità femminile
Le bandiere della pace
Socchiudo gli occhi
Se fossi un pittore
Satira
Il paese delle banane
Sono un ladro!
Sociale
Angoscia
Il nuovo Eldorado
I dannati della terra
Le parole mute dell’omertà
Luino
Madre senza volto
La forza della fede
Il rosario di Lourdes
L'inganno
Le onde del dolore
Il sole si spegnerà
La notte dell'oblìo
L'immortalità
Emozioni e speranze
Il barattolo di coca cola
All'ombra di un cipresso
Fame d'amore
La regina del deserto
Calore domestico
Il manichino della vergogna
Il potere delle parole
Il vento del dolore
Il manicomio sulla collina
Il deserto dorato
Piacere negato
Bob, il cane abbandonato
Specchio della mia angoscia
Professione "Escort"
L'accattone
Il muro di Berlino
Sesso a pagamento
Il polmone d'acciaio
Spirituali
Non indosserò mai un giubbetto esplosivo
Allah acbar
Sagrada Familia
Il giardino dei semplici
Signore, sei morto invano
Il miracolo del perdono
Un giorno dovrete rendere conto a Dio
La nuova stella
Salvezza eterna
Perdonami Signore
Corona di spine
La città proibita
Non sei morto invano
Cuore infranto
La preghiera
La Madonna Nera
Morì in un giorno d'inverno
Se potessi resuscitare dopo la morte
Il segno della croce
Il crocefisso nel cassetto
Ho smesso di pregare
La fede ritrovata
Il Muro del Pianto
Signore, se esisti
Uomini
Il silenzio dei vecchi
Gli uomini veri
Centoquarantanove anime
Il poeta sognatore
Le tasche bucate
L’onda del destino
Sognando la Libertà
Mi sento precocemente invecchiato
Vacanze
Essenza tropicale
Boccioli di paradiso


Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it